Combattimento
Armi astate

Le Armi ad asta, possono essere catalogate in due tipologie distintive.
Astate da punta e astate da taglio. 

Astate da punta
Lance corte e lunghe
Picche

Astate da taglio
Alabarde
Bardiche

I Giavellotti tecnicamente possono essere usati come armi da punta ma il loro uso richiede l'acquisizione delle abilità da LANCIO.

Lance


Ogni lancia si compone di due parti fondamentali: il manico, di legno, solido, flessibile e longilineo, e la punta di metallo, in genere  in acciaio battuto.

La lancia corta essendo di dimensioni ridotte non necessita d'esser impugnata a due mani, consentendo al guerriero di accostarci uno scudo di dimensioni variabili. Benchè efficace è comunque un arma rudimentale dato che è possibile utilizzarla per i soli affondi, a differenza della spada dal molteplice utilizzo. Le lance corte misurano dal metro e ottanta ai due metri e venti. Questo tipo di arma ad asta  è ottima per la CAVALLERIA. Maneggevole,leggera e può essere impugnata con una sola mano dando possibilità al personaggio di imbracciare anche uno scudo. Ci permette solo colpi in affondo.

Le lance lunghe erano utilizzate prevalentemente in chiave difensiva dai fanti contro le cavallerie avversarie.  Non è possibile un corpo a corpo con le lance lunghe se non a cavallo, con lance da cavalleria che hanno forme differenti appositamente studiate per consentire una presa protetta al cavaliere e anche il fissaggio della base dell'asta sulla sella. Le lance lunghe misurano dai due metri e venti fino ai quattro metri.

LANCIA DA CAVALIERE:Questa arma ad asta è l’unica arma costruita completamente in legno ed è sprovvista di punta in ferro ed è possibile usarla solo in tornei cavallereschi e a cavallo.

 Picca: è una lancia lunga utilizzata specificatamente da fanti in formazione serrata e quasi esclusivamente in funzione difensiva per rompere l'impatto di una carica di cavalleria. A differenza di una lancia lunga ha un uncino usato per agganciare l'avversario oppure se l'avversario viene trafitto ha l'effetto devastante di rendere impossibile l'estrazione della punta da corpo.
Lunga dai 3 metri e mezzo in su e solitamente ha rinforzi anche sul manico per essere conficcata nel terreno.  Questo tipo di arma ad asta  è ottima per un corpo di FANTERIA perché più lunga di due metri di una lancia corta ma più pesante. Ed è utile  per reggere un impatto contro un’altra fanteria o proprio contro una CAVALLERIA LEGGERA. Anche questa arma ad asta da possibilità al nostro personaggio di imbracciare qualsiasi tipi di scudo. Ci permette solo colpi in affondo.


Alabarda

Arma di "nuova generazione", consiste nella combinazione della vecchia lancia e dell'ascia. Il suo utilizzo è possibile solo con entrambe le mani e come per la più raffinata picca, è possibile utilizzarla in formazione per tenere a distanza il nemico e per recargli notevoli danni. Si può dire che un avversario esperto nell'uso di questa arma è un avversario da temere; non solo infatti l'arma permette un combattimento a lunga distanza pari  alle 3 braccia di legno che contraddistinguono la lunghezza dell'asta, ma anche grazie alla lama che ricorda chiaramente l'ascia, che è in grado di menar fendenti notevolmente potenti, sempre grazie alla distanza dal suo portatore.
E' un'arma molto lenta e pesante. Questo tipo di arma ad asta ci permette di usare colpi di taglio oltre che d’affondo ma non ci permette di usare nessun tipo di scudo potendo questa essere impugnata solo con entrambe le mani essendo pesante il doppio di una picca e di una lancia corta.

Non può essere usata a cavallo ma solo se il nostro personaggio è appiedato.



NOTA: Spesso, alle alabarde veniva annesso, nella parte posteriore dell'ascia un ampio uncino che serviva ad affrontare con particolare efficacia la cavalleria nemica. Dopo averne assorbito la carica, infatti, i reggimenti circondavano i cavalieri andando a tentare di afferrare le giunture dell'armatura, e spesso la carne, per disarcionare il povero malcapitato.

Bardica:
Versione potenziata e pesante dell'alabarda. Grezza e usata soprattutto da popolazione barbariche. Non ha punta quindi è esclusivamente da taglio.

 

 

 

COME SI GIOCANO LE ARMI ASTATE IN CHAT

I colpi da Taglio possono essere portati solo se si impugna un alabarda o una bardica e si dividono in due categorie: le regole di gioco sono identiche a quelle delle Armi  da Taglio. Le astate sono giocabili tutte secondo queste regole, ricordando che è possibile utilizzare il taglio solo con quelle da taglio, mentre per quelle da punta è previsto solo un gioco di affondi.

L' AFFONDO: colpo di punta che va a perforare il punto che abbiamo colpito in profondità.

Molto utile per colpire a distanza ed in modo efficace il nostro avversario che se sprovvisto di un’arma ad asta  e se poco esperto non potrà fare altro che indietreggiare velocemente per non essere colpito.     La lancia in affondo può servire per reggere un impatto contro una cavalleria o per reggere un impatto contro un’altra fanteria.

E’ solito usare accompagnato alla PICCA arma molto più lunga della lancia corta e più maneggevole dell’ALABARDA uno scudo per proteggerci da colpi esterni.

TECNICA DI USO DELLA LANCIA CON ARMATURA:

La LANCIA DA CAVALIERE è molto pesante e viene regolarmente passata al cavaliere che è gia a cavallo bardato completamente dall’armatura dal suo scudiero.

 La punta della lancia non è in ferro ma rimane di legno ed è arrotondata perché con questa lancia non si cerca l’affondo nelle carni dell’avversario ma solo l’impatto contro il corpo.

La lancia, una volta che viene imbracciata, deve essere portata in orizzontale con la punta rivolta verso la testa del cavallo che partirà al galoppo verso il suo avversario. Il busto deve rimanere in posizione eretta e mai curvato,questo perché il vostro personaggio bardato completamente dalla sua armatura e con una lancia cosi pesante sorretta solo con un braccio non farà altro che sbilanciarsi cadendo da cavallo.

Una volta partiti al galoppo verso il nostro avversario con la lancia imbracciata e il busto in posizione eretta non dobbiamo fare altro che attendere il momento giusto per spostare la punta della nostra lancia verso il punto del corpo del nostro avversario che vogliamo colpire ed è qui che l’esperienza del vostro personaggio bellico dovrà fare la differenza. Il vostro avversario come del resto voi oltre alla lancia imbraccerà uno scudo per difendersi dall’impatto della vostra lancia quindi in quel momento giusto il vostro personaggio in pochi istanti dovrà capire dove dovrà provare a colpire.

Pochi istanti prima dell’impatto o proprio in quel momento il personaggio dovrà spostare di poco il corpo in avanti per evitare di  sbilanciarsi all’indietro e cadere in un impatto forte.