Civile
Sopravvivenza e orientamento


Orientamento

L'orientamento è dato da una serie di capacità diverse che riguardano vari ambiti di conoscenza.

Ci si può orientare seguendo il cielo, gli elementi naturali, i venti.
Pertanto le capacità di orientamento sono varie.
La lettura della natura ai fini dell'orientamento è ricca ed eterogenea.

Trovare il Nord

Di giorno è possibile ricavare il nord e i punti cardinali per mezzo del sole.
 

Orientarsi con il Sole                                  

ImmagineIl sole sorge a EST, passa a mezzogiorno e tramonta a Ovest (naturalmente ci riferiamo all'ora solare e non all'ora legale). Quindi alle 6 di mattina il sole è a Est, alle 9 è a Sud-Est, alle 12 è a Sud, alle 15 è a Sud-Ovest, alle 18 è a Ovest e così via, fino alle 24 a Nord (dove naturalmente non possiamo vederlo). In autunno-inverno il sole non è visibile alle 6 o alle 18, perchè non è ancora sorto oppure è già tramontato.   

 

Pianta in terra un bastone, puntandolo verso il sole in maniera che non faccia ombra sul terreno. Dopo almeno una ventina di minuti apparirà l'ombra alla base del bastone, questa ombra punta a ESt. Aspetta fino a quando questa ombra è lunga almeno 15 cm, poi traccia la perpendicolare alla direzione dell'ombra e otterrai il Nord.

Orientarsi con le Costellazioni dell'Orso e del Metalupo.

La stella che indica sempre il Nord è Occhio di Hilvar e di notte i naviganti si affidano ad essa per seguire la rotta. Quando non è ben visibile si ricorre a due costellazioni.
La Costellazione dell'Orso grande e luminosa e costituita da quattro stelle che formano un trapezio.  Partendo dalla stella sul " naso" dell'orso, perfettamente in linea con la stella sulla "coda", si proietta un segmento pari  2 volte la loro distanza, e si arriva alla stella Polare ricavando il nord.
La costellazione del metalupo è formata da sette stelle. Il "naso" del metalupo è rivolto verso la stella Polare.

 

 

 

 

 

 

 

Orientamento a terra e clima

Sapersi orientare  è essenziale per qualsiasi ranger,  esperto o meno. 
Le bussole sono strumenti costosi ma un buon sostituto può essere una bacinella con un pezzo di sughero che galleggia nell'acqua, sul quale è posto un ago di magnetite che ruota, grazie all'acqua orientandosi a Nord.

Punti cardinali
Ci possono essere delle situazioni in cui, anche se si conosce il percorso, non si riescono ad individuare punti di riferimento, è in questi casi che è bene conoscere qualsiasi metodo per sapersi orientare.  Basilare è conoscere i punti cardinali per sapere con precisione dove stiamo andando.Quando si decide di affrontare un percorso è importantissimo avere con se una cartina topografica, anche se si conosce il percorso è possibile trovarsi in situazioni in cui ci si vede costretti a dover cambiare itinerario ed in questi casi si deve avere una cartina per studiare una strada alternativa. 

 

 

 



I venti:

Ogni vento proviene da un punto cardinale diverso.
Per giocare l'orientamento coi venti occorre avere la capacità specifica.