Civile
Scienza del Cielo

Sono adottati questi venti nel gioco.


Le direzioni dei venti

Da N proviene la tramontana: 
La tramontana è un vento freddo proveniente da nord particolarmente frequente in inverno dove spira prevalentemente allo sbocco delle valli, causando repentini e considerevoli cali di temperatura. Chiamato anche buriana. Può verificarsi a cielo sereno, oppure nuvoloso e con precipitazioni. Quest'ultimo caso è, appunto, quello detto di "tramontana scura" e in un dialetto del nord un proverbio sentenzia: "tramuntan-na scüa, ægua següa" ("tramontana scura, pioggia sicura").
Soffia prevalentemente sul mare del Nord sia a Ovest che a Est.

Da NE proviene la bora:

La bora è un vento che soffia con particolare frequenza soprattutto sulle regioni centro nord orientali di Westeros.
 Nella stagione invernale, assume le caratteristiche di vento freddo e secco, soffiando spesso con intensità moderata o forte. Durante la stagione estiva, il vento di grecale soffia come brezza di terra lungo le coste e sul mare del Nord.

Da E proviene lo shams o  vento di levante:

Il vento di levante è un vento fresco e umido, portatore di nebbia e precipitazioni, spesso accompagnato da forti piogge e può provocare maremoti e trombe marine. 

Da SE proviene lo scirocco o jugo o ghibli:

Lo  scirocco chiamato in un dialetto del sud shulùq  è un vento caldo proveniente da Sud-Est e dalle regioni desertiche di Dorne. Infatti trasporta la sabbia rossa del deserto. Nasce da masse d'aria calde e secche trascinate verso nord da aree di bassa pressione in movimento verso est  sopra il mare del Sud. L'aria calda e secca si mischia con quella umida del movimento ciclonico presente sul mare ed il movimento in senso orario spinge questa massa d'aria sulle coste delle regioni centrali. Lo scirocco secca l'aria ed alza la polvere sulle coste, tempeste sul mare e tempo freddo ed umido a Nord.  Il vento soffia per un tempo variabile da mezza giornata a molti giorni. Molte persone attribuiscono a questo vento effetti negativi sulla salute per via del caldo e della polvere portata dalle coste del sud. Questi venti soffiano più di frequente, con velocità fino a 100 Km/h, in primavera ed autunno raggiungendo un massimo nei mesi di marzo e novembre

Da S proviene l'austro:

Vento meridionale d'effetto debolissimo. La sua azione e' scarsamente sentita nei mari italiani.
E' apportatore di piogge e tempeste; 

Da SO proviene  il libeccio:

Il libeccio è un vento di mare e spira da sud ovest. E' un vento caldo e le libecciate di fine estate sono temute dai contadini perchè può distruggere i raccolti Generalmente nasce molto velocemente, sviluppandosi fino a raggiungere una potenza eccezionale, per poi calmarsi con la stessa rapidità con cui è nato. E cessato il suo effetto, di solito si ha un innalzamento della pressione con conseguente arrivo di tempo buono e cielo sereno

Da O proviene lo Zefiro o Espero o vento di ponente o Fohen:

Vento che spira da Ovest.  E' tipicamente estivo.
Lungo le coste centrali si manifesta durante le ore pomeridiane 
La sua influenza è sentita prevalentemente su quei mari.

Da NO proviene il maestrale o Misthral o Maestro dei Venti:

Il maestrale è un vento che soffia da Nord Ovest e è uno dei venti più intensi di caratteristiche simili alla tramontana ma più forte.
Deriva dalla discesa di aria fredda dalla Barriera che scende verso le  altre regioni passando sui mari. L'aria della Barriera  lungo la sua discesa si scontra con aria più calda e umida proveniente dal mare del Sud generando maltempo e nevicate a bassa quota.